alcover

Il foglietto illustrativo di Alcover

Alcover (acido gamma-idrossibutirrico, sale sodico) è un farmaco utilizzato per il trattamento dell’alcolismo cronico e come coadiuvante della sindrome da astinenza da alcol, nelle fasi iniziali del trattamento da dipendenza alcolica e anche nel trattamento prolungato della dipendenza, quando il paziente si dimostri resistente ad altri farmaci o soffra di patologie aggravate dall’alcolismo stesso. Il farmaco si presenta sotto forma di soluzione orale al 17,5%; ogni flacone contiene 140 ml di soluzione, pari a 24,5 grammi di principio attivo.

L’acido gamma-idrossibutirrico (GHB) è un neurotrasmettitore presente a bassi livelli nel sistema nervoso centrale, dove agisce legandosi ai propri recettori ed ai recettori del GABA, di cui è diretto precursore. Il GHB ha effetto sedativo in quanto inibisce il rilascio di dopamina e dei neurosteroidi, riproducendo le stesse sensazioni appaganti che il paziente prova quando beve ma senza assumere alcol, diminuendo in questo modo le probabilità di ricaduta (craving).

Alcover va somministrato sotto diretto controllo medico, soprattutto nei pazienti gravemente compulsivi che rischiano di assumere involontariamente una dose eccessiva di farmaco; il sovradosaggio può causare depressione del sistema nervoso centrale potenzialmente letale, con  una serie di sintomi come confusione e difficoltà respiratorie, che richiedono immediata assistenza medica. Alcover non va mai lasciato in auto-gestione al paziente o comunque senza supervisione, per il rischio concreto che il paziente diventi dipendente dal farmaco stesso, assumendo più dosi contemporaneamente o saltando le somministrazioni.

In ogni caso Alcover non va somministrato insieme a farmaci psicoattivi o antiepilettici per la possibilità di azioni sinergiche che incrementino l’azione sedativa e non deve essere usato in pazienti con storia di patologie sistemiche gravi, malattie psichiche, soggetti epilettici o in cura con farmaci antiepilettici, dipendenza (anche pregressa) da sostanze psicoattive, gravidanza/allattamento e in caso di allergia verso un componente del farmaco.

Alcover contiene 175 mg di principio attivo (sale sodico dell’acido gamma-idrossibutirrico) ogni ml di soluzione e va somministrato con l’apposito dosatore. Per il trattamento iniziale (2 mesi) della dipendenza da alcol, vanno somministrate 3 dosi giornaliere pari a 50 mg/kg/die in totale; per il trattamento prolungato (oltre i 2 mesi) la dose può essere aumentata a discrezione del medico fino a 100 mg/kg/die, sempre suddivisi in 3 somministrazioni giornaliere.

Per il controllo terapeutico della sindrome di astinenza, il trattamento non deve superare i 10 giorni alla dose di 50 mg/kg/die. La somministrazione va smessa lentamente e mai bruscamente, per non causare una sindrome da astinenza.

L’unico effetto indesiderato riferito ad Alcover sono le vertigini, lievi e passeggere, che tendono a scomparire dopo qualche somministrazione; alcuni soggetti hanno riportato episodi di nausea. Possono verificarsi episodi di parziale o totale amnesia retrograda. Il farmaco non va somministrato dopo la data di scadenza e dopo 30 giorni dall’apertura; va conservato a temperatura ambiente, anche dopo l’apertura.

Alcover non va inteso come rimedio definitivo all’etilismo, ma come coadiuvante di una terapia psicologica e psico-educativa del paziente, che deve riprendere il controllo di sé stesso e delle sue pulsioni, identificando nel bere patologico il comportamento sbagliato, piuttosto che nell’alcol stesso.

In questo percorso, Alcover può essere di aiuto nel contrastare la tendenza alla ricaduta e nel sopprimere le crisi di astinenza.

1 pensiero su “Il foglietto illustrativo di Alcover

I commenti sono chiusi.